Rodin

25 Marzo 2018, Treviso

Un grande scultore al tempo di Monet

 Realizzata grazie alla fondamentale collaborazione del Musée Rodin di Parigi, la mostra presenterà 80 opere totali, di cui 50 sculture tra le più famose e 30 lavori su carta. Si annuncia come un bel passo dal punto di vista della creazione di un significativo percorso critico e storico, anche attraverso il catalogo che l’accompagnerà. Tra l’altro, la rassegna di Treviso sancirà ufficialmente la conclusione dell’anno centenario della morte di Auguste Rodin (1917), dal momento che il museo parigino ha deciso di inserirla nel programma ufficiale che sta vedendo in tutto il mondo, ma non in Italia finora, esposizioni che appunto celebrino, o abbiano celebrato, questa importante data, dal Grand Palais di Parigi nella scorsa primavera al Metropolitan Museum di New York attualmente. Dunque, Treviso sarà la sola sede italiana che potrà essere inserita in questo calendario internazionale. Il Musée Rodin metterà a disposizione le opere del più grande scultore del XIX secolo, e uno dei maggiori di sempre in questa disciplina. Tutte le opere più celebri saranno presenti, in formati piccoli e medi, e in certi casi anche in formati di grande dimensione, alcuni dei quali allora da  ospitarsi nei chiostri di Santa Caterina. Sculture che hanno segnato la storia di quest’arte nei secoli: dal Pensatore al Bacio, dalla Porta dell’Inferno ai Borghesi di Calais. Titoli che, da soli, dicono già così dell’eccezionalità dell’evento.

 

#BFF #WeTheFun #Rodin

Espandi testo Riduci testo

Te event zanima?

Vnesi tvoje podatke, da bi prejemal novice

Ko pošlješ obrazec preveri poštni predal, da bi potrdil vpis